TEMPO DI VACANZE AL CENTRO DI ASCOLTO CARITAS

Il centro di ascolto della Caritas “Madonna del Monticino” di Brisighella resterà chiuso da mercoledì 28 luglio a lunedì 30 agosto.

La distribuzione riprenderà martedì 31 agosto di pomeriggio.

I responsabili del centro colgono l’occasione per ringraziare tutti i volontari che, con impegno e dedizione, hanno affrontato le tante mansioni che tale servizio comporta soprattutto in un momento così difficile. In questi ultimi mesi il centro, oltre a beneficiare delle tante donazioni di persone generose, si è arricchito di volontari che spontaneamente si sono offerti di portare, in diversi modi e secondo le proprie capacità, il proprio aiuto a chi è nel bisogno: atti di generosità che arricchiscono la persona stessa e tutta la comunità. Nell’augurare buone vacanze a tutti, i volontari del centro ringraziano, per gli aiuti ricevuti, tutta la comunità, le suore del convento di Fognano, i centri commerciali, i negozi, le aziende della zona, il comune di Brisighella, il Circolo G. Borsi e l’azienda agricola di Davide e Gherardo Bosi di Faenza e rivolgono alla Madonna del Monticino preghiere e ringraziamenti per la sua sicura, costante, materna protezione.
Grazie

“Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date” (Mt 10,8)

UN CAMPO ALL’INSEGNA DELLA COMUNITÀ

Dal 6 al 10 luglio i gruppi di prima media delle parrocchie di Brisighella e Fognano hanno vissuto alcuni giorni di condivisione, gioco e fraternità nella canonica di San Valentino (sulle colline di Tredozio). Il desiderio era quello di creare occasione per costruire comunità, vivere il nostro stare in parrocchia non come impegno tra gli altri per raggiungere un sacramento, ma come esperienza di appartenenza alla Chiesa, di condivisione della fede  nella gioia e nello stare insieme. Trascorrere alcuni giorni insieme è conoscersi di più e meglio, avere la possibilità di vivere nella pratica il Vangelo che viene annunciato negli incontri e nella Messa: condividere tempo con l’altro per fare esperienza dell’Altro. A guidarci nel cammino l’esperienza della prima comunità cristiana: comunità, riconciliazione, amore fraterno, unità e missione sono state le parole chiave che hanno scandito il nostro itinerario. L’ambientazione del film d’animazione Kung Fu Panda ci ha invece accompagnato nei giochi e nelle varie attività, fornendoci un esempio di impegno, determinazione, vocazione e ricerca del bene. Non sono mancate le passeggiate, tempo privilegiato per conoscersi, scambiare due parole, approfondire legami, sperimentare la fatica per arrivare ad una meta. Durante una di queste il torrente Tramazzo ci ha anche accolto per un tuffo ristoratore e un bel pomeriggio nell’acqua fresca. La preghiera delle Lodi al mattino e quella della Compieta alla sera hanno aperto e chiuso le nostre giornate, dando un respiro ancora più ecclesiale al nostro stare insieme. Grazie alle visite dei parroci, don Elvio e don Mirko, abbiamo anche avuto il dono di poter celebrare il sacramento della Riconciliazione e di vivere la celebrazione dell’Eucarestia, quest’ultima, vissuta con le famiglie dei ragazzi, ha concluso il campo. Volendo tracciare un bilancio, questa prima esperienza estiva insieme è stata sicuramente un’occasione colta positivamente dai ragazzi, occasione anche per alimentare la condivisione e la collaborazione tra queste due parrocchie e trampolino di lancio per la prosecuzione del cammino di catechesi in maniera rinnovata e sempre più esperienziale.     Gli Educatori

***

In questa località grondante di storia e spiritualità, hanno  vissuto la loro prima esperienza di campo-estivo gli alunni della prima media che frequentano il catechismo presso le parrocchie di Brisighella e Fognano. L’ampio spazio per le attività ludiche, la canonica attrezzata per l’ospitalità, la chiesa per i momenti di raccoglimento ne fanno un luogo particolarmente adatto per una esperienza di vita comunitaria. I sentieri che conducono a località amene del territorio invitano alle escursioni giornaliere a contatto con acque incontaminate o con  vette che si affacciano su paesaggi di incanto. E il solenne silenzio di questi spazi è stato interrotto solo dal vocio misurato dei bambini e dalle loro giocose risate. Le giornate sono state scandite da ritmi che non hanno concesso spazio alla noia. Il soggiorno è stato particolarmente coinvolgente: vivere l’esperienza del gruppo nel rispetto delle regole e dei ‘compagni di viaggio’, a quell’età, è senza dubbio una delle esperienze più formative che possa essere loro offerta.. Particolarmente atteso il momento della mensa: pasti abbondanti e curati sono stati apprezzati da piccoli e grandi.                    Il team dei cuochi

 

SAN VALENTINO (Tredozio) – Breve Storia di un posto per attività estive

I 621 metri di altitudine di San Valentino(Tredozio) fanno la differenza e l’afa di Brisighella viene rapidamente dimenticata. Il luogo è ricco di suggestioni spirituali e storiche.  La chiesa, di antiche origini, fondata nel 562 d.C., vantava il titolo di Pieve e alla sua giurisdizione erano state assegnate 21 chiese parrocchiali e vasti territori compresi fra Gamogna, Marradi, Modigliana, Rocca San Casciano e San Benedetto in Alpe.

Nel tempo l’edificio ha subito vari interventi che ne hanno modificato l’impianto originario; al 1863 risale l’ultima ricostruzione nell’attuale sito e al corpo principale è annessa una canonica.

In questo luogo, 77 anni fa, l’arciprete don Luigi Piazza protesse la clandestinità di Silvio Corbari che, tradito, il 18 agosto 1944 fu catturato dai fascisti nella vicina località di Cornio assieme ad Adriano Casadei, Arturo Spazzoli ed Iris Versari che, ferita, si suicidò.

Da Cornio i prigionieri furono portati a Castrocaro dove Corbari e Casadei furono impiccati mentre Spazzoli era stato ucciso durante il trasferimento; i corpi martoriati vennero poi trasferiti a Forli e appesi ai lampioni di piazza Saffi dove rimasero per alcuni giorni.

Il sito è oggi inserito tra i ‘Luoghi della memoria’ della provincia di Forlì e la strada comunale che conduce alla Pieve è stata intitolata al ‘Battaglione Silvio Corbari 1944’.

 

 

Un Anno di Catechismo 2020-2021

Un anno di catechismo, un anno difficile trascorso tra felici rientri, lunghe pause, incontri online è terminato con il solito e rassicurante: buone vacanze a tutti!!! a settembre!! Ad ogni rientro rinasceva la voglia di fare, di riprendere il dialogo con Gesù, trasmettergli la nostra vicinanza , chiedergli di aiutarci, di starci vicino. A Natale il nostro presepe….Maria, Giuseppe, il Bambinello e due pecorelle…..soli , smarriti erano in attesa dei Re Magi, mai arrivati, fermi alla frontiera, causa pandemia. E poi….la nostra sempre crescente voglia di dialogare con Gesù ci porta a lanciare verso l’alto, con tante “manine aperte”, “postini inviati speciali”, belle colombe bianche che avevano il compito di portare a Gesù pensieri, promesse, preghiere, auguri, invocazioni. Infine la nostra festa finale nel parco sempre silenzioso e bellissimo di villa Ginanni, tutto nostro per un pomeriggio, che si è riempito di risate, canti, richiami, grida di felicità che esprimevano una ritrovata libertà e una gioia infinita nello stare tutti insieme grandi e piccini. Ci siamo divertiti e con un pizzico di malinconia salutati, qualcuno si è dato appuntamento per una nuova esperienza.

Rassegna Teatrale Estiva

Anche quest’estate il Circolo Borsi in collaborazione con la Compagnia Cvì De Funtanò di Faenza ha organizzato la rassegna teatrale dal titolo “Un Teatar Par Ridar…Andè Tott a Brisighela”.

Gli spettacoli si svolgeranno nell’arena installata nel cortile interno del Circolo (campo da calcio) con inizio alle ore 21:00.
La rassegna si svilupperà durante tutto il mese di luglio per finire alla prima domenica di agosto, queste le date:

    • 03 Luglio: Emozioni e Risate Sotto Le Stelle – Gianni e Paolo Parmiani
    • 10 Luglio: E Nov Zibaldò Rumagnol – Compagnia dla Zercia di Forlì
    • 17 Luglio: La Rufianeda – Cumpagneia De Bon Umor
    • 31 Luglio: Amicizie Pericolose – Compagnia il Passaggio
    • 08 Agosto: I Bragon – Piccolo Teatro Città di Ravenna

Per informazioni e prenotazioni: pagina Facebook “Circolo G.Borsi” , pagina facebook “Un Teatar Par Tott” oppure tel.338 463 9758.

Ricordiamo che tutta la rassegna è stata organizzata in base alle linee guida della regione Emilia Romagna riguardante l’emergenza COVID-19.

VI ASPETTIAMO!

Rassegna dialettale
Locandina Rassegna

NOVENA DELLA B.V. DELLE GRAZIE – 9° giorno – 7 maggio 2021

AdO_APPUNTAMENTI DI OGGI;
ore 8,30 S. Messa in Collegiata
ore 17,00 Chiamata delle campane per la preghiera personale;
ore 20,00 Rosario

NOVENA

Nel nome del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo

Rosario

Preghiamo: Vergine pietosissima. Madre di Dio Maria, è tratto finissimo di Provvidenza, che l’altissimo Iddio accoglie le nostre suppliche più per una che per altra delle Sacre Immagini o di Voi, che siete la Regina degli Angeli, e dei Santi, o di altro suo Servo, che regni beato in Cielo con lui: che più per una cosa che per altra dispensi i suoi tesori, operi i suoi miracoli. Sorte si fausta è toccata a noi in cotesta vostra sacratissima Effige. Basta, che ci presentiamo a questo vostro Altare, che rimiriamo scoperto il vostro Volto, e vi porgiamo le nostre preci; e tutto è ottenuto per noi. Ah dunque Madre Amorosa di Grazie, Vergine Maria Santissima, ah si otteneteci ancora per ultimo dei favori finora richiesti, che sempre vi siam noi veri Figli, come ci siete voi vera Madre, mentre noi vi preghiamo divotamente dicendo. Ave Maria, Gloria Patri.

Litanie

 

NOVENA DELLA B.V. DELLE GRAZIE – 8° giorno – 6 maggio 2021

AdO_APPUNTAMENTI DI OGGI;
ore 8,30 S. Messa in Collegiata
ore 17,00 Chiamata delle campane per la preghiera personale;
ore 20,00 Rosario

NOVENA

Nel nome del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo

Rosario

Preghiamo: Ah si Madre amorosa di Grazie Vergine Maria Santissima qual più terribil castigo, che il morire all’improvviso? Giungere senza apparecchio, senza soccorso al gran punto, donde dipende l’eternità? Presentarsi carico di colpe al Divino inappellabile giudizio? Però, o gran Madre di misericordia, interponetevi Voi, e tempo sempre impetrateci da chieder perdono, e morire almen pentiti, se vissuti siam peccatori, mentre noi vi preghiamo, devotamente dicendo. Ave Maria Gloria Patri

Litanie

NOVENA DELLA B.V. DELLE GRAZIE – 7° giorno – 5 maggio 2021

AdO_APPUNTAMENTI DI OGGI;
ore 8,30 S. Messa in Collegiata
ore 17,00 Chiamata delle campane per la preghiera personale;
ore 20,00 Rosario

NOVENA

Nel nome del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo

Rosario

Preghiamo: Vergine pietosissima, Madre di Dio Maria, il sempre spaventoso flagello del Terremoto ci obbliga a far menzione distinta di una delle vostre Grazie più segnalate. Scampati ce ne avete in altri tempi e sopra tutto nel mille settecento venticinque, per cui vi si canta annualmente solenne Messa, e Te Deum nel ventotto di Ottobre. Tuttavia non ha paragone la furiosissima scossa della notte quarta di Aprile mille settecento ottantuno, che per poco non ci sterminò totalmente, siccome ci tenne in lunghissimo batticuore con altre scosse di tratto in tratto seguenti, ma non di eguale fierezza. Case, e Chiese conquassate in questa Terra, Villaggi, ed Abituri diroccati in contado con mortalità di persone, e bestiami faranno orrore ai Posteri, che ne leggeranno le dolorose memorie in più di un Registro. Deh se ci salvaste allora da morte improvvisa, degnatevi altresì di salvarcene sempre, mentre noi vi preghiamo divotamente dicendo. Ave Maria, Gloria Patri.

Litanie

NOVENA DELLA B.V. DELLE GRAZIE – 6° giorno – 4 maggio 2021

AdO_APPUNTAMENTI DI OGGI;
ore 8,30 S. Messa in Collegiata
ore 17,00 Chiamata delle campane per la preghiera personale;
ore 20,00 Rosario

NOVENA

Nel nome del Padre, del Figlio, dello Spirito Santo

Rosario

Preghiamo: Ah si, Madre amorosa di Grazie, Vergine Maria Santissima, milizia è la vita dell’uomo sopra la terra, come abbiamo in Giobbe: milizia che non ha mai pace, né tregua, ma sempre guerra guerra, che non ha riposo, né scampo, ma sempre battaglia e pericolo. Il Demonio, e i suoi Collegati il Mondo, e la Carne studiano tutte le arti, cercano tutte le vie, usano tutti i mezzi per farci suoi, e strascinarci in catene nel baratro degli eterni tormenti. Però, o gran Madre di Misericordia, dateci voi soccorso: fate, che non perdiamo quella corona immortale, che a chi combatte, e vince, sta preparata nel Cielo, mentre noi vi preghiamo divotamente dicendo. Ave Maria, Gloria Patri.

Litanie