QUARESIMA – in Cammino verso la PASQUA

La Diocesi di Faenza-Modigliana propone un sussidio che, di domenica in domenica, permette di leggere, approfondire e pregare le prime letture del tempo di Quaresima. Il sussidio viene arricchito per ogni domenica dalla presentazione di un’opera d’arte collegata al testo biblico. Le immagini che accompagnano le schede di quest’anno sono opere di Arcabas (pseudonimo di Jean-Marie Pirot), maestro dell’arte sacra scomparso due anni fa. Il suo stile, caratterizzato dall’uso abbandonante e gioioso del colore e il senso fiabesco con cui tratteggia le scene, hanno dato a questo artista l’appellativo di ‘pittore della fede felice’

Opere D’Arte 

Vangeli

Domenica 21 Febbraio

Domenica 28 Febbraio

Domenica 7 marzo

Domenica 14 marzo

Domenica 21 marzo

Domenica 28 marzo – Le Palme 

da SCRIVERE in agenda

 

LE CENERI – mercoledì 17 febbraio 2021

Giorno di penitenza e ad osservare il digiuno e l’astinenza dalle carni

S. Messa con imposizione delle ceneri – ore 8,30 in collegiata

 

VENERDI’ di QUARESIMA –  tutti i venerdì dal 19 febbraio 2021

Giorno di astinenza dalle carni

 

Domenica 21 febbraio 2021 – Giornata diocesana del Seminario

Durante le Sante Messe della giornata le offerte raccolte andranno per il seminario diocesano. 

La Giornata diocesana del Seminario è una giornata significativa per la nostra comunità. Ricorre la prima domenica di Quaresima. Solitamente è una data vicina alla festa della Bianca, patrona del nostro seminario, che ricorre l’11 febbraio. In questo giorno desideriamo porre il Seminario Pio XII al centro dell’attenzione della diocesi. Il nostro intento non è quello di essere ammirati ma di ricordare all’intera comunità diocesana che siamo nel bisogno. Sì, noi seminaristi abbiamo bisogno di essere sostenuti: chiediamo quindi preghiera, affetto, aiuto per le spese necessarie alla nostra formazione. Naturalmente niente ci è dovuto e siamo grati per la vicinanza che tante persone ci fanno sentire in vario modo. Ricordare il Seminario (e chi vi abita) significa anche fare memoria del fatto che i preti sono indispensabili per la vita della Chiesa. Invitiamo, quindi, a pregare il Signore perchè mandi operai nella sua messe. Occorre anche pregare affinchè la vocazione del Signore sia riconosciuta e accolta. Non solo da chi è chiamato ma anche da chi lo circonda come la comunità parrocchiale e la famiglia. Durante le Sante Messe della giornata le offerte raccolte andranno per il seminario diocesano. 

 

LA SOCIALITA’ PERDUTA

Brisighella: il presidente Valmori e le difficoltà del circolo Anspi

Giocare una partita a carte, guardare uno spettacolo di teatro dialettale, scherzare con gli amici di fronte a un caffè: piccoli gesti quotidiani dati per scontati che creavano, giorno dopo giorno, l’anima di un circolo e di una comunità. Dal 25 ottobre le porte del circolo Anspi G. Borsi sono chiuse e non si sa quando riapriranno, una situazione di incertezza rischia di isolare sempre di più le persone e i 300 soci.  “Sicuramente la cosa che più mi è mancata di questi mesi è non poter incontrare i miei amici e soci che frequentavano il circolo” dichiara il presidente Widmer Valmori “il Borsi è il luogo di aggregazione e questa situazione colpisce profondamente la socialità. Dal primo lockdown siamo riusciti a tenere aperti solo nei mesi estivi e a essere sinceri bon c’è molta fiducia per il futuro. Si parla di una possibile riapertura il 15 marzo ma è tutto da vedere, e anche nel caso riaprissimo non so quanta gente deciderà di tornare a vivere la quotidianità di prima. La situazione è complicata anche perchè ogni mese arrivano comunque le utenze da pagare, e al tempo stesso non arrivano gli incassi da altre attività e il tesseramento è fermo.” Nei mesi invernali il circolo era solito ospitare uno dei suoi pezzi forti:gli spettacoli di teatro dialettale che portavano a Brisighella compagnie da tuta la Romagna, ma quest’anno il sipario resterà chiuso. “In estate siamo riusciti a realizzare una rassegna di sei serate all’aperto che ha avuto un buon riscontro di pubblico” spiega Valmori “ma siamo riusciti a organizzare poco altro”. A vivere con più difficoltà questo periodo, sicuramente i soci più anziani. “Sono molto amareggiati per loro il circolo era un punto di ritrovo per poter socializzare. Giustamente molti di loro hanno paura della situazione pandemica, altri invece mi chiamano per sapere quando riaprirà il circolo perchè era l’unico luogo in cui potersi relazione con altri.” Nei prossimi giorni il direttivo del circolo si riunirà  in modalità online per definire un possibile programma estivo. “Nonostante le difficoltà, cercheremo di raggiungere alcuni obbiettivi che ci eravamo prefissati. Nel caso fosse possibile, nei mesi estivi, vorremo avviare delle collaborazioni con altre realtà di Brisighella per ospitare eventi e sagre, cercando così di avere un supporto economico. Un evento a cui teniamo molto , e che speriamo di fare, è la Passeggita dei tre colli del 1° maggio che vorremo dedicare all’ideatore, don Vittorio Santandrea, recentemente scomparso”.

di Samuele Marchi tratto da “Il Piccolo” n. 3 giovedì 21 gennaio 2021

da SCRIVERE in agenda

A partire da Sabato 6 febbraio 2021

La Caritas Madonna del Monticino comunica che è possibile trovare “il Carrello della Solidarietà” anche nel negozio “Alimentari alle Terme” di Via Cova n. 5

Una Primula per la Vita

Nelle S. Messe di sabato 6 febbraio (ore 18 Collegiata) e domenica 7 febbraio (ore 9 e 10,30 Collegiata e 18 S. Ruffillo) sarà possibile donare per il CAV (centro aiuto alla Vita di Faenza); con una piccola offerta di 2 € si riceverà una primula (simbolo della vita che rinasce/nasce nonostante le difficoltà)

XXIX Giornata mondiale del malato – 11 febbraio 2021

Messa ore 15,30 in collegiata  “è momento propizio per riservare una speciale attenzione alle persone malate e a coloro che le assistono, sia nei luoghi deputati alla cura sia in seno alle famiglie e alle comunità. Il pensiero va in particolare a quanti, in tutto il mondo, patiscono gli effetti della pandemia del coronavirus.” Papa Francesco

LE CENERI – mercoledì 17 febbraio 2021

S- Messa con imposizione delle ceneri – ore 8,30 in collegiata

 

Martedì 2 febbraio 2021 – Mercoledì 3 febbraio 2021

CANDELORA – 2 febbraio 2021

Ore 8,30 S. Messa in collegiata con BENEDIZIONE DELLE CANDELE

“Candelora è il nome con cui è popolarmente nota in italiano la festa della Presentazione al Tempio di Gesù (Lc 2,22-39), celebrata dalla Chiesa cattolica il 2 febbraio. Nella celebrazione liturgica si benedicono le candele, simbolo di Cristo “luce per illuminare le genti”, come il bambino Gesù venne chiamato dal vecchio Simeone al momento della presentazione al Tempio di Gerusalemme, che era prescritta dalla Legge giudaica per i primogeniti maschi.”

 

SAN BIAGIO – 3 febbraio 2021

Ore 8,30 S. Messa in collegiata con BENEDIZIONE DELLE MELE

“Il Culto di San Biagio: Biagio è uno di quei Santi la cui fama ha raggiunto molti luoghi e per questo oggi è venerato un po’ ovunque. Il miracolo della gola che compì sul bambino è ancora ricordato ogni 3 febbraio con una particolare liturgia nel corso della quale viene benedetta la gola dei fedeli con due candele incrociate davanti alla gola stessa.”

FESTA DELLA FAMIGLIA – Domenica 31 gennaio 2021

La festa della Famiglia che sarà celebrata il 31 gennaio nella S. Messa delle 10.30, viste le difficoltà del momento subirà inevitabilmente alcune modifiche:  non saranno consegnati fiori nè piccoli ricordi e non ci sarà il pranzo al circolo G.Borsi.  Ugualmente però ci uniremo in preghiera durante la santa Messa per le famiglie, con particolare riferimento a quelle coppie che festeggeranno i 50 e i 25 anni di matrimonio.

 

Festeggiano i 50 anni di matrimonio:

BANDINI VALERIANO – BENINI ANNA ROSA,

TAGLIAFERRI MARIO- SARTONI ALBA IOLE

MARCONI ARMANDO- PELLICONI MARIA

RAVAIOLI SERGIO- DALLA CROCE GIULIANA

FABBRI DARIO- ORIANI DOMENICA

FOLLI SERGIO – DALLE FABBRICHE ROSALIA

Festeggiano i 25 ANNI di matrimonio:

BANDINI IARA- CIMATTI MAURO

MORETTI MASSIMO- RONTINI CLAUDIA

BARBERINI AMEDEO- TRONCONI ANTONELLA

VISANI VALERIO-CASADIO BARBARA

CASADIO GIANLUCA-CASADIO MARIA CRISTINA

BASSETTI MARCO- FABBRI OMBRETTA

VALMORI PIERPAOLO-MAURO VINCENZA

 

(Santino realizzato da Emanuela Vareschi nel 2018: “l’amore terreno che si esprime in un abbraccio: l’abbraccio di un padre, di uno sposo, di una madre, di una sposa, di una figlio/figlia. L’amore Divino che si manifesta in una stella che avvolge con la sua luce e il suo calore la famiglia e la eleva nel Padre, nella Madre e nel Figlio. L’amore divino che si rivela nei Sacramenti, la stella a sette punti e si tripartisce in Padre, in Figlio e in Spirito Santo”)

 

 

GIORNATA DELLA PAROLA

Domenica 24 gennaio 2021 la Chiesa italiana, facendo proprie le parole di Papa Francesco, celebra la “Giornata della parola di DIO”. Noi ascoltiamo nella liturgia la parola di Dio, la leggiamo e la meditiamo nelle nostre case. Essa ci tocca nel nostro intimo come membri del popolo di Dio, che vogliono restare in continuità di tradizione con coloro che per primi hanno ascoltato la Parola.

L’ora di ascolto proposta in S. MICHELE dalle ore 15 alle ore 16 (del 24/01) può essere uno strumento per nutrire la nostra anima e arrivare alla famigliarità con la Scrittura come si augura il Concilio Vaticano II nella “Dei Verbum”. Non esiste un limite nella via dell’ascolto e ciascuno fa le proprie esperienze guidato dallo Spirito Santo.

Mons. Elvio Chiari

Scheda Giornata della Parola

BUON VIAGGIO … MONS. VITTORIO SANTANDREA

La parrocchia San Michele Arcangelo e San Ruffillo, grata per il servizio reso alla comunità religiosa Brisighellese dal servo Mons. Vittorio Santandrea, nelle sue molteplici attività pastorali: giovanili presso il circolo G. Borsi, assistenziali alle persone ammalate presso la struttura ospedaliera San Bernardo di Brisighella, educative come insegnante alla scuola media G. Ugonia, si unisce alla preghiera della comunità diocesana per l’anima fedele del defunto Don Vittorio.

La preghiera del Rosario recitata in Collegiata oggi 2 gennaio alle ore 17,30 sarà in suffragio dell’anima di Don Vittorio.

Le esequie si celebreranno martedì 5 gennaio alle ore 10 nella Cattedrale di Faenza. La salma sarà tumulata presso il cimitero di Pieve Cesato.