UNO ZAINO DA RIEMPIRE – 2° EDIZIONE

E’ IL MOMENTO DEL GRAZIE

Matite, penne, pennarelli, pastelli, gomme hanno riempito sacchetti rosa e azzurri per rendere più facile e divertente il lavoro scolastico ai nostri bimbi che hanno scoperto amichetti generosi che già conoscono il significato di parole come dono e condivisione.

GRAZIE

Grazie a quei piccoli grandi bambini e ai loro genitori che hanno sviluppato e coltivano in loro l’attenzione per gli altri. Anche quest’anno, Caritas “Madonna del Monticino” si ripropone di seguire il percorso scolastico dei suoi bimbi ponendosi un obiettivo: capire e apprezzare l’importanza dei gesti generosi e amichevoli.

 

La nostra porta è APERTA

I servizi del Centro di Ascolto sono disponibili il MARTEDI’ una settimana dalle ore 9 alle ore 11 e la settimana dopo dalle ore 15 alle ore 17.30, alternate.
Rispetto agli orari precedenti anticipiamo l’apertura di 30 minuti.
Martedì 7 settembre dalle ore 9 alle ore 11
Martedì 14 settembre dalle ore 15 alle ore 17.30
Martedì 21 settembre dalle ore 9 alle ore 11
Martedì 28 settembre dalle ore 15 alle ore 17.30
e così via …….
passate parola …

 

PRONTI … PARTENZA … VIA

La Caritas MADONNA DEL MONTICINO ha riaperto con i suoi servizi il 31 agosto.
In vista dell’inizio del nuovo anno scolastico rilancia il progetto
“UNO ZAINO DA RIEMPIRE”.
Passate parola e grazie a quanti aderiranno

 

MERCATINO DELLA SOLIDARIETA’

Camminare fa bene. Che c’è di più bello che farlo in centro a Brisighella? I rumori della vita quotidiana si mescolano ai profumi: lo sbattere di qualche persiana al vento, la risata di un bimbo, il suono delle campane si accompagnano al profumo del pane sfornato, a quello intenso dei fiori del glicine, all’aroma del caffè che esce dai bar. Poi la sorpresa……. La porta del Suffragio, la vecchia san Michele, dimora silenziosa dei caduti delle guerre è aperta. Dentro ben allestito un mercatino…..il mercatino della Caritas interparrocchiale “Madonna del Monticino”. Mani esperte hanno dapprima pulito poi ben sistemato abiti, libri, oggettistica, lavorando alacremente e in sintonia, allestendo uno “spazio mercatino vintage” bello ed accogliente, accattivante. La gente che entra osserva, chiede, compra, si informa sull’iniziativa, del perché. Allora con pazienza viene loro spiegato che in questo modo si intendono finanziare le attività della nostra Caritas, tante già in svolgimento, altre in cantiere, che si intende riciclare da ciò che spontaneamente ci viene donato tutto il materiale ancora valido e dare un aiuto a chi si trova in difficoltà; spiegazioni date con gioia, con passione, che sanno di fatica bella, condivisa, dedicata agli altri. Così le persone comprano e spesso sono generose, danno più del dovuto e se ne vanno contente. Allora, velocemente, altri capi d’abbigliamento vengono aggiunti e sistemati in bella mostra, per attirare. La chiesa molto bella suscita curiosità e ammirazione e si anima di chiacchiere e risate; dalle finestre alte, filtrano raggi di sole che “disegnano” il rosso e vecchio pavimento . Una giovane signora si allontana indossando una giacca primaverile appena acquistata, felice e soddisfatta per l’acquisto, sicura di essere stata utile ad altri meno fortunati.

                                                                     I Volontari Caritas

 

RINGRAZIAMENTO

La sede Caritas “Madonna del Monticino”, recentemente, ha avuto bisogno di interventi di manutenzione ordinaria agli impianti elettrico e di riscaldamento.

I responsabili e volontari RINGRAZIANO, ancora una volta, la ditta ELETTRO SISTEMI DI FIORENTINI ILARIO & PALLI IVAN S.N.C., e il Stefano Soglia del gruppo A.N.A (Associazione Nazionale Alpini) Gruppo “Baldi Sirio” per la loro disponibilità e aiuto.

Questi piccoli gesti permettono a Caritas di continuare la sua attività e il suo cammino di solidarietà verso chi è nel bisogno.

IL 2020 ATTRAVERSO GLI OCCHI DEI VOLONTARI CARITAS MADONNA DEL MONTICINO

Arrivati al 23 dicembre, mentre chiudevamo la porta del Centro di Ascolto per la “pausa” natalizia, ci siamo guardati negli occhi: stanchi per un lungo anno di attività, segnati per le difficoltà, la paura della pandemia, ma anche brillanti di soddisfazione per le tante persone, aziende, associazioni che si sono avvicinate alla nostra realtà. Abbiamo quindi ritenuto giusto e doveroso raccontare il 2020 attraverso l’attività del nostro centro di ascolto. In questi quattro anni abbiamo incontrato circa 80 famiglie: di queste alcune si sono trasferite, altre hanno raggiunto una situazione finanziaria più stabile grazie al ritrovato lavoro. Questo è il nostro obiettivo primario, guidarle all’indipendenza. Attualmente i nuclei assistiti settimanalmente sono 50. Ascoltiamo le loro difficoltà, disegniamo il percorso per aiutarli in accordo con i servizi sociali dell’Unione Romagna Faentina, presidio di Brisighella. Oltre alla distribuzione di viveri e abiti, da circa due anni, siamo in grado, saltuariamente e per particolari situazioni, di pagare affitti, utenze, assicurazioni, ticket, libri scolastici, buoni spesa perchè diverse e innumerevoli sono le difficoltà e diverse e innumerevoli ne sono le cause: mancanza del lavoro, salute precaria, presenza in famiglia di minori e di persone fragili.

Il distanziamento sociale e il fermo delle attività, causa/effetto della pandemia, hanno portato occhi nuovi, smarriti spaventati a bussare alla porta del centro di ascolto, e le nostre classiche fonti di risorse non bastavano, per cui come fare? Avevamo anche il problema di come comunicare, come far sapere questo bisogno perché il passaparola non era sufficiente e per questo abbiamo aperto una pagina facebook “Caritas Madonna del Monticino” e abbiamo in costruzione una sezione sul sito della parrocchia di Brisighella.

Nelle piazze, nelle strade vuote e nelle case è corsa veloce questa silenziosa richiesta d’aiuto, trasportata dalla rete a cui tutta la comunità ha risposto in modo straordinario e meraviglioso consegnandoci innumerevoli offerte, permettendoci di raggiungere una considerevole somma. Anche la Diocesi, consapevole del momento difficile dovuto alla pandemia, ha generosamente versato il doppio dei contributi dell’anno precedente.

Non solo denaro, ma innumerevoli aiuti sono giunti anche sotto forma di viveri, dalle aziende del territorio: C.A.B Terra di Brisighella, Modigliantica che con i loro prodotti hanno riempito diverse volte i nostri scaffali. L’associazione A.V.I.S. di Brisighella ci ha donato delle mascherine da distribuire in base alle esigenze che incontriamo, perché nella difficoltà si pensa al cibo, ma a volte è fondamentale anche altro.

Le esigenze ci hanno portato a implementare progetti di sensibilizzazione alla solidarietà: siamo partiti con “carrello della Solidarietà” in collaborazione con il negozio CO.F.RA. di Brisighella, dove chi fa la spesa all’uscita può lasciare qualcosa; questa scelta ci ha impegnato, felicemente, più volte a “svuotare carrelli per riempire scaffali”; “uno zaino da riempire” in collaborazione con il negozio Wonderland e La Pergamena, per aiutare a preparare lo zaino per il rientro a scuola dei bambini; “Grande Raccolta Viveri”  di sabato 4 luglio e sabato 12 dicembre: il gruppo Scout Madonna del Monticino e tanti giovani della vallata hanno raccolto, casa per casa, le donazioni di viveri e per finire “alla porta c’è Babbo Natale”. Sabato 19 dicembre infatti è avvenuta la distribuzione dei giocattoli da parte di “Babbo Natale” ai bimbi delle famiglie assistite, giocattoli donati da bambini che impacchettati sono stati consegnati, all’insegna della sensibilizzazione familiare verso un gesto di amicizia, solidarietà e condivisione.

Abbiamo vissuto questo 2020 attraverso gli occhi di chi bussava per donarci il suo tempo,  di chi bussava per donarci denaro e viveri,  per sapere come andava e se poteva fare qualcosa per noi, di chi bussava per condividere la gioia di aver raggiunto l’indipendenza o di aver trovato lavoro, ma soprattutto di chi era nel bisogno e abbiamo capito che qualunque sia la nazionalità, la lingua, la religione chi si presenta ha negli occhi la stessa paura, malinconia, rassegnazione, dolore e a volte angoscia  verso il domani.

Ringraziamo: le famiglie che assistiamo per quanto inconsapevolmente ci donano, le tante persone che hanno donato, i bambini che hanno imparato a donare, i servizi sociali, presidio di Brisighella, per la preziosa collaborazione, l’ ufficio Caritas Diocesano, Il Vescovo, don Elvio e don Mirco per il loro sostegno costante, il CVB, Gruppo Alpini Sirio Baldi Brisighella, il gruppo Scout Valdilamone 1, i tanti giovani della vallata che sempre ci offrono il loro aiuto, la redazione di Brisighella Notizie e Brisighella Aperta Notizie dal territorio per il supporto nella comunicazione,  le aziende, i negozi e le associazioni per collaborazione e donazioni.

Orario Apertura

I volontari saranno presenti e disponibili una settimana la mattina e una settimana il pomeriggio:

Il riparte la mattina dalle 9 alle 11,30 a partire dal 12 gennaio proseguirà la settimana dopo (19 gennaio) dalle 15,30 alle 18 è cosi per i futuri martedì;

La distribuzione abiti riparte la mattina dalle 9 alle 11,30 a partire dal 15 gennaio proseguirà la settimana dopo (22 gennaio) dalle 15,30 alle 18 è cosi per i futuri venerdì;

Via Emiliani (la porta prima del civico n. 54) – Fognano